Missionari Iblei

Centro Missionario Diocesano – Ragusa


Si annuncia narrando

Con il primo incontro dell’11 dicembre, ospitati dalla comunità parrocchiale della Chiesa Madre di Comiso, è partito il percorso della pastorale missionaria promossa dal CMD di Ragusa.

Dopo l’esperienza del IV Convegno Missionario Nazionale tenutosi a Sacrofano (Roma) nel novembre 2014, durante il quale si era avvertita l’esigenza di rendere operative le idee fondamentali scaturite in modo particolare nei vari laboratori d’interesse, anche nella nostra diocesi viene proposto un percorso triennale sviluppato attorno agli ambiti legati al 5° Convegno Ecclesiale Nazionale di  Firenze del 9-13 novembre 2015: Anno Pastorale 2015-2016: Abitare. Anno Pastorale 2016- 2017: Annunciare/Narrare. Anno Pastorale 2017- 2018: Trasfigurare.| Annunciare … narrando!

Le schede di questo secondo anno nascono dalla sensibilità e dall’esperienza della Chiesa in Africa, in quel continente è vastissimo e  dalle diverse culture, tradizioni, sensibilità, esperienze per lasciarsi toccare la mente ed il cuore dalla ricchezza dell’esperienza di sorelle e fratelli africani e di chi ha vissuto, amato e servito questa terra.

Dopo un primo momento laboratoriale con gruppi di riflessione, a padre Gianni Treglia (missionario della consolata) operativo a Modica insieme ad altri confratelli missionari di altri istituti per un servizio di presenza e mediazione presso i centri di accoglienza per immigrati in Sicilia, è stato chiesto: Come si annuncia in Africa?  Quale significato ha la narrazione nella vita in Africa?

La risposta è stata: Si annuncia narrando.

E p. Gianni ci ha donato, con la narrazione della propria esperienza personale di testimone di Dio in Africa e ora in Sicilia, la propria lettura del servizio missionario che non può prescindere dall’andare, come movimento in uscita, là dove nessuno vuole andare. Così come è stato Gesù nel suo cammino verso Gerusalemme, attraversando la Samaria. Un luogo significativo dove è stata “narrata” l’esperienza dell’incontro di Gesù con la samaritana, al centro della riflessione del missionario: tutti siamo in attesa dell’amore vero di Dio che viene come uno sposo fedele, che porta quell’acqua della verità per una vita bella e realizzata.


L’équipe missionaria diocesana incontra il vescovo Carmelo

     Perseverare nell’impegno di animazione, nonostante le tante difficoltà e le fatiche che possono scoraggiare, e promuovere con spirito di rinnovamento coraggiose iniziative esperienziali, in un tempo dove la “missione viene a noi” con la presenza di tanti immigrati presenti nelle nostre terre ragusane, rappresentano le due indicazioni principali e al tempo stesso la sintesi dello speciale incontro di scambio e condivisione tra il vescovo di Ragusa Mons. Carmelo Cuttitta e l’équipe missionaria diocesana.

Ad introdurre l’incontro e a presentare l’équipe diocesana è stato il direttore dell’UMD p. Giovanni Battaglia che ha esposto al vescovo Carmelo, da circa un anno a servizio della chiesa ragusana, i diversi percorsi di animazione e cooperazione missionaria svolti negli ultimi anni, , dalle giornate di preghiera e spiritualità missionaria ai percorsi di animazione giovanile in collaborazione con gli istituti missionari, dalla promozione dei progetti dei Missionari Iblei nel mondo alle attività di sostentamento alla Chiesa universale tramite le Pontificie Opere Missionarie.

Diversi sono stati gli interventi da parte dei vari membri dell’équipe missionaria che hanno avuto modo di raccontare alcune esperienze significative vissute a servizio della chiesa missionaria e così confrontarsi con il vescovo Carmelo circa le nuove prospettive di servizio, privilegiando quelle proposte che possano offrire alla comunità e soprattutto ai giovani cammini esperienziali che possano orientare e marcare profondamente le scelte di vita basate sul Vangelo e la solidarietà con i poveri, come ad esempio l’accoglienza e le visite ai missionari, i campi di servizio nei centri per immigrati o in terra di missione.

Una nuova occasione di rinnovamento della pastorale missionaria, è stato ricordato a conclusione del piacevole incontro, è dato dal Vademecun diffuso dall’Ufficio Missionario Nazionale che può ora meglio orientare la nuova missione della nostra Chiesa ragusana.

Umberto Virgadaula


Un grazie da Cuzco, Perù

Carissimi
Grazie di cuore per il vostro affetto e per il vostro contributo a favore della nostra missione, soprattutto al Vescovo di Ragusa Mons. Carmelo, al direttore P. Giovanni Battaglia e a tutto l’equipe que si occupa di fare arrivare gli aiuti a noi missionari iblei.. GRAZIE MILLE!
Come sapete, grazie al vostro dono abbiamo potuto acquistare vari lettini nuovi (circa 20) per i nostri bambini disabili del nostro centro Hogar nido S. Teresa a Cusco…che sono molto più comodi e adatti per questi nostri fratelli sofferenti…

Vi sono sempre vicino con il mio affetto e la mia riconoscenza. mi raccomando alle vostre preghiere. Che il Signore vi ricolmi di numerose grazie e benedizioni… vi ricordo tutti nella preghiera.
Il vostro piccolo fratellino missionario,

P.Paolo Giandinoto, msp