Missionari Iblei

Centro Missionario Diocesano – Ragusa

La Giornata dei Missionari Iblei del 2 aprile, un occasione per aprire il Libro delle Missioni

La Giornata dei Missionari Iblei ci aiuta a tenere viva nelle comunità parrocchiali, movimenti e associazioni ecclesiali la coscienza che la Chiesa è universale e missionaria, aperta al mondo e ai popoli.

E’ un’occasione preziosa di preghiera di gratitudine al Signore per avere chiamato e inviato tanti nostri fratelli e sorelle a “evangelizzare” nel mondo intero. E’ occasione preziosa di preghiera perché il Signore mandi molti “operai nella sua messe” (Lc 10,2), specialmente sacerdoti che possano celebrare l’Eucaristia alle comunità che ne sono prive. E’ occasione preziosa di solidarietà concreta con i missionari che condividono con noi progetti e sogni, certi della nostra fraternità e generosità.

La Giornata dei Missionari Iblei del 2 aprile, V Domenica di Quaresima, è dedicata a sostenere due progetti presentateci da padre Paolo Giandinoto, dei Missionari Servi dei Poveri del Terzo Mondo, giovane sacerdote vittoriese in Perù – Cuzco.

Non dimentichiamo i Missionari Iblei che già vivono nella gloria di Dio, in particolare ricordando alcuni anniversari: Fra Michelangelo da Ragusa (+ 12 maggio 1917, Rio de Janeiro); Fra Lorenzo da Chiaramonte (+ 8 ottobre 1957, San Paolo – Brasile); Fra Eugenio da Comiso (+17 ottobre 1957, Rio de Janeiro); Fra Samuele Cultrera (+ 16 dicembre 1957, Siracusa); P. Giovanni Baglieri (+ 13 luglio 1967, Ragusa). Sono tanti i nostri fratelli che hanno scritto delle belle pagine nel Libro delle Missione della Chiesa che è in Ragusa.

Aiutiamo le nostre comunità ad aprire il libro delle missioni, a guardare con gratitudine ed esultanza le meraviglie che lo Spirito Santo, protagonista della missione, opera in ogni parte della terra; ravviviamo il fuoco della missione nel cuore di ogni cristiano e non lasciamoci rubare la gioia dell’evangelizzazione. La gioia del Vangelo riempia il cuore e la vita intera dei discepoli missionari del Cristo Risorto.

p. Giovanni Battaglia

Direttore dell’UMD

Advertisements

I commenti sono chiusi.