Missionari Iblei

Centro Missionario Diocesano – Ragusa

Antonio, grande e umile medico dei lebbrosi vivi con Dio !

Giunta da poche ore la notizia della scomparsa del Dr. ANTONIO SALAFIA, ragusano e da molti anni in India.

Carissimo Antonio vogliamo dirti…

Ci manchi ANTONIO e ci mancherai…..

Ti ricordiamo come fratelli e sorelle di questa Diocesi di Ragusa,

ti ricordiamo come Missionari Iblei di questa tua amata diocesi di Ragusa,

ti ricordiamo come amici del gruppo e Percorso missionario,

ti ricordiamo come ESEMPIO di generosità e altruismo,

tu che hai espresso in modo sublime la “ragusanità” e pur lasciando la tua terra,

non hai dimenticato le tue radici,

tu che hai preso a cuore e vissuto sempre nella gioia la MISSIONE,

abbracciando il mondo intero e curando col tuo sorriso le ferite dell’umanità  sofferente.

Ci è piaciuto il pensiero di un tuo maestro,* che anche per noi diventa importante lezione di vita:

“ Le tue radici sono profonde nella tua terra e ti trattengono nel tuo Paese, anche se sei lontano nello spazio e nel tempo. Non dimenticare le tue radici. Senza radici non hai linfa, senza radici non puoi vivere, senza radici non cresci, senza radici non ti riconosci, senza radici non hai cultura, senza radici non… voli ”.

Grazie, Antonio !

Buon volo!

Vivi in Dio !

Pastorale Missionaria Ragusa

* Giorgio Brunelli in Il coraggio di Ippocrate

foto d'arquivio

foto d’arquivio

Brevi linee biografiche e autobiografiche

Pubblichiamo alcune linee biografiche che lo stesso Antonio ci aveva mandato anni fa per il nostro archivio diocesano di Pastorale missionaria. Le note sono del 2004.

Nato a Palazzolo Acreide (Siracusa) il 10 Marzo 1941. Dopo aver compiuto gli studi elementari a Ragusa, entra nel Seminario di Ragusa che apriva proprio quell’anno. A Ragusa fino alla seconda teologia, poi va al PIME, passa un anno al noviziato della Grugana (Como) e poi gli ultimi due anni di teologia a Milano.Ordinato prete a Ragusa da Mons. Pennisi, viene inviato al seminario minore di Ducenta;dopo un anno e’ nominato assistente al parroco della parrochia affidata al Pime a Napoli. Nel 1968 e’ destinato all’India. Va in Spagna per un corso di Leprologia e poi un anno in Inghilterra per imparare l’Inglese. Venuto in India nel Marzo del 1971 con diploma di infermiere, specializzato “Lebbra”. Si e’ subito aggregato alle Suore Missionarie del Vimala Centre (allora il Vimala Hospital non esisteva) nella cura dei lebbrosi sparsi in varie baraccopoli di Bombay.

– 1974 e’ ammesso al St.John’s Medical College, Bangalore, dove consegue la laurea in Medicine nel 1979 e completa nel 1980 l’internato obbligatorio di un anno.

“Il Pime, nella persona del superiore generale Mons. Pirovano, mi chiede di lasciare il PIME o la Medicina. Io non ho dubbi su quello che Cristo vuole da me e scelgo la medicina; da notare che l’ammissione al Medical College di Bangalore e’ decisa da Quattro Vescovi Indiani. Io – argomentavo con il Pirovano che se i Vescovi Indiani trovano giusto e conveniente che io studi medicina, come mai voi a Roma – che sapete ben poco dell’India – siete contrarii? ”

– 1980  ritorna a Bombay e lavora come medico nella Lok Seva Sangam, fondata dal

Padre C. Torriani del PIME, nel contempo frequenta il reparto di Dermatologia

presso il KEM Hospital di Bombay sotto il Prof.R.J. Fernandez. La frequenza al

KEM e’ continuata per 4 anni.

– 1981 sotto la guida del Prof. J.S.Shah, comincia la chirurgia ricostruttiva al Vimala

Dermatological Centre di Bombay. A fine anno va a Legnano, per due mesi, per

un corso pratico di Chirurgia della Mano sotto il Prof.E. Morelli.

– 1983 corso teorico di Chirurgia della Mano all’ospedale di Savona; Prof. Montero.

– 1983 corso di Microchirurgia a Brescia guidato dal  Prof. G. Brunelli.

– 1984 breve corso pratico di Dermatologia presso l’Istituto Dermatopatico

dell’Immacolata di Roma.

– 1986 Primario di Chirurgia Ricostruttiva presso il Vimala Dermatological Centre, ed

altri Lebbrosari attorno a Bombay quali il “Allbless Hospital di Trombay, il

Leprosy Hospital di Veheloli. Continua la sua attivita’ di Dermatologo e

Leprologo al Vimala Dermatological Centre.

Dal 1995 al 2003 visita, ogni 2-3 mesi il Parvatibai Leprosy Hospital in Surat, Gujarat.

ATTIVITA’ SCIENTIFICHE- ACCADEMICHE

Dal 1992 fino al presente, e’ membro della facolta’ di Chirurgia della Mano, organizzato dalla Societa’ di Ortopedia di Bombay.

Nel 1991, in cooperazione col Prof. G. Brunelli, conduce il primo corso di microchirurgia teorico-pratico a Bombay.

Nel 1997, assieme al suo assistente Dr. G. Chahuan scrive il libro scientifico “Treatment of Neuritis in Leprosy. Medical and Surgical” (Prefazione del Prof.G. Brunelli di Brescia)

Nel 2004 scrive il libro scientifico-divulgativo ‘La Vitiligine” (in Inglese e Italiano)

Autore di molte publicazioni scientifiche, nel campo della Dermatologia e Leprologia e Chirurgia della mano; publicate in varie riviste Internazionali.

  Membro di varie associazioni scientifiche:

– Indian Medical Association (membro a vita)

– Indian Leprosy Association.(membro a vita)

– Indian Association of Dermatology Venereology Leprology. (membro a vita)

– Indian Association of Hand Surgery. (membro a vita)

– Associazione Italiana di Chirurgia della Mano

Negli ultimi 15 anni ha messo a punto 5 nuove tecniche chirurgiche per la mano lebbrosa e una tecnica per il piede paralizzato.

Invitato a Congressi Internazionali e Nazionali, sia come relatore come pure per dare  dimostrazione pratica in sala operatoria delle sue tecniche:

–  Associazione Indiana di Chirurgia della Mano (varii congressi)

–  International Leprosy Congress a Orlando -USA (1993) e Salvador da

Bahia-Brazile nel 2000.

–  Associazione di Chirurgia della Mano del Brasile 2002, seguita da stage

operativo  presso l’Universita di Riberao Preto, Brazil.

–  Da 5 anni a questa parte, invitato al congresso annuale  di

Microchirurgia che si tiene al CTO di Torino.

ASSISTENZA SOCIALE AI LEBBOSI

Nel 1984 fonda l’associazione ‘SHISHU PREM SAMAJ’ per assistenza ai figli dei lebbrosi. (Shishu=Bimbo, Prem=Amore, Samaj= Associazione)

L’associazione e’ impegnata nelle:

–  ‘Adozioni a Distanza” , attualmente 670 studenti vengono aiutati,

finaziariamente, a completare gli studi. Piu’ di 1500  studenti hanno

gia’ completato gli studi con l’aiuto dell’associazione.

–  Scuole Materne per bambini poveri; attualmente 9 scuolette, di cui 5 sono

–  condotte nelle scuole municipali. Studenti: 311.

– Doposcuola per studenti poveri; 207 studenti.

– Assistenza ai lebbrosi deformi/vecchi/abbandonati: al presente 70 lebbrosi

ricevono, due volte al mese, razioni alimentari e generi di prima necessita’.

(Dr. Antonio Salafia)

FOTO DALL’ARCHIVIO MISSINARIO DIOCESANO:

Antonio Salafia appena arrivato in India

Antonio Salafia appena arrivato in India

Festa di Natale 2003 (77) IL Natale dei bambini 2006 (26) La moglie del Primo Ministro in visita (2)

Advertisements

I commenti sono chiusi.