Missionari Iblei

Centro Missionario Diocesano – Ragusa

Comboni con noi … In cammino per la Missione

“Che cosa può avere spinto Daniele Comboni, a metà del secolo XIX a ideare e assumere un programma come “Salvare l’Africa con l’Africa”? a pensare e proporre un “Piano per la rigenerazione dell’Africa”? La cultura del tempo era etnocentrica, incapace di immaginare una crescita di civiltà che non significasse europeizzazione; gli interessi comuni erano orientati verso uno sfruttamento del continente nero e delle sue risorse, non certo verso uno sviluppo civile dell’Africa e la assunzione di responsabilità da parte degli Africani: libertà, autonomia, cultura africana erano di là da venire, impensabili. Eppure Comboni le ha pensate; era un genio? Credo sia più corretto dire: era un cristiano e dall’interno della sua fede ha tratto l’impulso a sperare nell’Africa e negli Africani. È un esempio, Comboni, di quello che il vangelo di oggi ci propone: “Se aveste fede come un granello di senape, potreste dire a questo gelso: Sradicati e vai a piantarti nel mare, ed esso vi obbedirebbe.” Questo non vuol dire che la fede sia un meccanismo da usare per fare cose impossibili, come spostare le montagne o sradicare gli alberi. La fede è sempre e solo l’atteggiamento attraverso cui la volontà di Dio passa dentro di noi e, attraverso di noi, si compie nel mondo. Comboni ha sognato in grande perché ha conformato i suoi desideri alle promesse di Dio; e ha osato in grande perché ha amato Dio più di se stesso e del suo successo nel mondo.”

Con queste parole , sabato 5 ottobre 2013 a Limone del Garda, il vescovo Monari esaltava la testimonianza missionaria di San Daniele Comboni in occasione del decimo anniversario di canonizzazione.

Una tappa di queste celebrazioni è stata realizzata a Palermo il 13 marzo con la tavola rotonda “Il coraggio della speranza nell’Africa di ieri e di oggi” con padre Alex Zanotelli, missionario comboniano, giornalista e promotore di denunce di politiche torbide nei confronti dell’Africa, ma soprattutto missionario in Africa per tanti anni;  Jean Leonard Touadi parlamentare, giornalista e professore affermato in politiche internazionali, originario del Congo Brazaville. Moderatore Salvo Vaccaro professore di Filosofia politica all’Università di Palermo. 

Su questa scia anche il Percorso di formazione missionaria ha celebrato ieri la sesta tappa del CAMMINO 2013-2014 con la presenza di Maria Pia Dal Zovo, missionaria comboniana secolare. Slides, video e canti ci hanno aiutato a conoscere più profondamente la santità di San Daniele Comboni riflessa nella vita e testimonianza missionaria dei “comboniani” e “comboniane” . “Cochicho” , domande  ed elaborazioni di risposte hanno arricchito l’incontro.

Con la giornata di ieri il percorso, già alla sesta tappa, ha aggiunto i simboli del “mantello e cappello” ai precedenti: zaino, sandali, bastone, capa santa, borraccia, lanterna… Mantello e cappello segni del vestirsi di Cristo, della grazia, della ecclesialità e fraternità per affrontare le intemperie del pellegrinaggio e così proseguire perseveranti e gioiosi il santo viaggio salendo il monte dell’incontro con Dio.

Ragusa 16 marzo 2014

Equipe secreteria del Percorso e Pastorale Missionaria diocesi di Ragusa

* Ricordiamo Domenica 30 Marzo presso l’Oratorio SS. Rosario, Ecce Homo, alle 17, il Cineforum.

Link per approfondire:

http://www.padreantonioguarino.com/spiritualit%C3%A0-comboniana/s-daniele-comboni/a10-anni-dalla-canonizzazione-di-s-daniele-comboni/

– http://www.laicicombonianipalermo.it/

– Nigrizia o morte http://www.youtube.com/watch?v=LmBw2wiDeEU

– http://www.emi.it/la-missione-come-pellegrinaggio-in-san-daniele-comboni

– http://www.secolaricomboniane.it/

Galleria foto.

tavola rotonda

988812_10202578826784642_1835130006_n

1175218_10202578819424458_1433685474_n

1922524_10202578818264429_122082357_n

1960023_10202574580038476_24449551_n

1969113_10202578827824668_911752193_n

1982321_10202574572998300_791053381_n

1377454_438653746245807_1726839681_n

comboni-postal

Advertisements

I commenti sono chiusi.