Missionari Iblei

Centro Missionario Diocesano – Ragusa

Ottobre Missionario. Prima settimana: Contemplazione

locandina-5-settimane (1)

Contemplazione 

“Sono certo di contemplare la bontà del Signore nella terra dei viventi”(Sal 26,13)

Prima settimana (29 settembre 5 ottobre)

29 settembre: XXVI domenica del tempo ordinario

(Am 6,1a.4-7; Sal 145; 1 Tm 6,11-16; Lc 16, 19-31)

 Condizione irrinunciabile della missione è uno spirito contemplativo che ci fa attenti all’ascolto degli altri e della Parola:

* nella Prima Lettura il profeta Amos ammonisce coloro che vivevano da spensierati e dissoluti, incuranti della rovina che incombeva sul Paese: dai due regni del Nord e del Sud sarebbero finiti presto in esilio a Ninive e a Babilonia;

  • la Parola è l’unica forza per la condivisione personale e per la trasformazione del mondo. Per noi oggi quella Parola è vicina, si è fatta carne e salvezza per tutti, come ricorda paolo al discepolo (Seconda Lettura);
  • nel Vangelo Gesù presenta la figura del ricco che, compiaciuto per la sua ricchezza, non si accorge di lazzaro, il povero che siede alla sua porta. Vivendo così non riesce a vedere nessuno se non se stesso…e rovina la sua vita.

La parola di Dio ci educa ad avere occhi e cuore per i fratelli. La misericordia di Dio è annunciata dai profeti, anche oggi. Aiutiamoci affinché tutti possiamo riconoscere più facilmente il Signore, specialmente nei più poveri e bisognosi che incontriamo quotidianamente.

ATTO PENITENZIALE

Signore, quante volte la pigrizia ha prevalso sull’impegno della preghiera:

abbi pietà di noi.

Signore, pietà.

Cristo, spesso dedichiamo all’azione anche il tempo per la contemplazione: abbi pietà di noi.

Cristo, pietà.

Signore, per aver vissuto la contemplazione in modo distratto:

abbi pietà di noi.

Signore, pietà.

 

PREGHIERA DEI FEDELI

 

  • Il Signore desidera che non sprechiamo la nostra vita nella dissolutezza e nella dissipazione: perché gli impegni non ci impediscano di vivere nella contemplazione della Parola, preghiamo.

 

  • Per coloro che vivono la missione in terre lontane, perché nello Spirito del Risorto ricevano forza e coraggio per vivere e affrontare le fatiche del difficile apostolato, preghiamo.
Annunci

I commenti sono chiusi.