Missionari Iblei

Centro Missionario Diocesano – Ragusa

Incontro dei missionari e missionarie italiani che lavorano in Brasile

Profezia e missione in un cambiamento d’epoca


Si è svolto a Salvador di Bahia l’incontro dei missionari italiani che vivono e lavorano in Brasile. L’incontro, ha per titolo “Profezia e missione in un cambiamento d’epoca”. Don Pierluigi Sartorel, fidei donum di Bolzano, coordinatore di questo incontro, ce lo presenta.
“Al CTL, il centro di formazione della diocesi di Salvador di Bahia, si sta realizzando l’incontro dei missionari e missionarie italiani che lavorano in Brasile: sacerdoti, laici e laiche, religiosi e religiose che spendono il loro tempo e la loro vita a servizio di questo popolo e dell’evangelizzazione. Il tema di questo incontro, a cui partecipano circa 110 missionari che provengono da tutte le parti del Brasile, è: “Profezia e missione in questo cambiamento d’epoca”. Noi ci siamo presi l’impegno di riflettere sulla situazione di cambiamento epocale che vede coinvolto non solo il nord del mondo, l’Europa, ma anche il Brasile con il suoi 190 milioni di abitanti. Il mondo sta cambiando, anche in forma molto veloce e quindi è necessario capire quali sono i fenomeni che riguardano la trasformazione della cultura, dell’economia, e anche le cose che dovrebbero cambiare dentro la propria chiesa perché le nostre azioni pastorali e la nostra azione missionaria siano più adeguate per annunciare il vangelo di Gesù Cristo e per contribuire così alla costruzione del Regno di Dio. La missione è prima di tutto continuare l’opera di Gesù che è venuto a stabilire il Regno di Dio annunciando -come dice Luca nel suo vangelo al capitolo 4- la buona novella ai poveri, dando la vista ai ciechi, ponendo in libertà i prigionieri, annunciando l’anno di grazia del Signore. E’ quindi un impegno della missione e di tutti noi missionari l’essere a servizio di questo progetto di Dio che si manifesta nella persona, nella vita, nella parola di Gesù che viene a illuminarci e darci forza. Noi dobbiamo capire quali sono oggi gli strumenti necessari, come noi dobbiamo stare in mezzo alla nostra gente, e come Maria e le donne stavano ai piedi della croce, con quale profetismo dobbiamo essere insieme alla nostra gente quando soffre, quando è perseguitata, quando deve costruire nuove qualità di vita recuperando così la propria dignità rubata o distrutta. In questo incontro cerchiamo di riflettere sui fenomeni dei mezzi di comunicazione, sull’ evangelizzazione attraverso i mezzi di comunicazione sociali ma anche andremo a conoscere nel concreto esperienze di lavoro di persone senza casa, che abitano nei marciapiedi della città, esperienze di pastorale con gli afro discendenti, di comunità formate da persone che vivono sulla strada, e, per ultimo, un gruppo di donne che lavorano con le ragazze prostitute, cercando di farle uscire dal giro recuperando la propria dignità. Queste saranno alcune esperienze, assieme alla riflessione fatta con esperti (comunicatori, teologi, pastoralisti), che ci aiuteranno a riflettere sul “come stare” oggi in mezzo alla nostra gente per compiere con fedeltà la nostra missione.” (Paolo Annechini)
Annunci

I commenti sono chiusi.