Missionari Iblei

Centro Missionario Diocesano – Ragusa

Sussidio per la preghiera e la riflessione nel tempo d’avvento

Disponibile il sussidio dell’Ufficio Catechistico

Il tempo dell’Avvento è, in un certo senso, il tempo di Maria, il tempo della Madre di Dio. E’ attraverso di lei che si compie il grande Mistero dell’Incarnazione. Lei è la Protagonista principale che ci accompagna e ci guida nel nostro cammino verso la grotta di Betlemme dove incontreremo il Dio fatto Bambino per noi. Attraverso di lei, attraverso il mistero della sua divina maternità, vogliamo imparare a gustare la inaudita novità del Natale. Lei è lo specchio nel quale vogliamo contemplare il grande spettacolo dell’amore di Dio.

Questo piccolo sussidio ha perciò questo obbiettivo: stimolare e alimentare la nostra preghiera e la nostra meditazione in questo tempo di Avvento guardando a Maria.

Ogni giorno si apre con una breve frase della Scrittura che, normalmente, si riferisce a Lei.

Segue una breve preghiera tratta da inni mariani o da Salmi che dovrebbero essere recitati facendo riferimento alla Vergine e al mistero dell’Incarnazione.

I brani centrali poi sono costituiti da alcuni testi patristici che cantano la grandezza e la bellezza della Madre di Dio, ma anche l’importanza essenziale della fede, nella vita cristiana, di cui Maria è il modello e la testimonianza perfetta.

I Padri hanno talvolta un linguaggio per noi, forse, un po’ troppo abbondante, talvolta può sembrare addirittura barocco, ma io credo che si debba fare questo sforzo di entrare nella loro spiritualità e saremo colpiti dalla loro capacità di approfondire il Mistero dell’Incarnazione e di trovarvi sempre nuove e inesauribili ricchezze.

Abbiamo riportato poi alcuni interventi del Magistero del S. Padre, Benedetto XVI, interventi sulla figura di Maria e sul tema della fede. Come si può vedere le parole del Papa ci aiutano a entrare nelle profondità del Mistero e a tradurlo e attualizzarlo nelle concrete situazioni socio-culturali del nostro tempo.

Ogni giorno poi si conclude con una breve preghiera a Maria e con un brano dell’Inno Akàthistos.

Si  tratta di una composizione poetica del V secolo di alto contenuto teologico, cristologico ed ecclesiologico. Si chiama così perché si doveva recitare “non seduti”. “Akàthistos” vuol dire appunto “non seduto” perché questo inno si doveva cantare in piedi come quando si ascolta la lettura del Vangelo, tanta era l’importanza che veniva riconosciuta a questo testo in onore della Madre di Dio.

Anch’esso può sembrare un po’ ridondante, ma se abbiamo la costanza di entrare dentro questo linguaggio scopriremo quanta teologia, quanta spiritualità, quanta fede, quanto amore, quanta commozione e gioia racchiudono queste parole.

E’ quello di cui abbiamo bisogno per vivere un avvento diverso, nuovo in questo anno della fede.

 

 

Don Dante Carolla

Direttore dell’ufficio catechistico

 http://www.diocesifirenze.it/diocesi_firenze/in_evidenza/00024620_Sussidio_per_la_preghiera_e_la_riflessione_nel_tempo_d_avvento.html

Avvento in famiglia   versione testuale

Scaricabile da qui il nuovo libretto per la preghiera

E’ disponibile e si può scaricare e stampare il libretto per la preghiera in famigliaproposto dal Centro Diocesano di Pastorale Familiare per il prossimo Avvento.

http://www.diocesifirenze.it/diocesi_firenze/in_evidenza/00024613_Avvento_in_famiglia.html

Esercizi spirituali nel quotidiano   versione testuale

Disponibile online il sussidio per la preghiera personale e la preghiera in famiglia
Disponibile online il sussidio per la preghiera personale, la preghiera in famiglia, la locandina della veglia d’avvento

 

Annunci

I commenti sono chiusi.