Missionari Iblei

Centro Missionario Diocesano – Ragusa

Gli auguri di don Giuseppe Burrafato

Gli auguri di Don Giuseppe Burrafato, direttore dell’Ufficio Diocesano di Pastorale Missionaria.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Carissimo/a

auguri di cuore di Buona Pasqua del Signore!

PREGHIAMO INSIEME      

A te, o Signore, noi rivolgiamo ora la nostra preghiera. Tu che hai in comune con noi, tuoi fratelli, la carne e il sangue,donaci la gioia di diventare realmente tuoi “amici”. Fa’ che ti possiamo incontrare lungo le strade sofferte della nostra città, così come un giorno percorrevi i polverosi sentieri di Galilea. Accarezza i nostri bambini, dagli occhi lucenti come il mare. Fissa i giovani nel profondo del loro cuore, amali con quel tuo amoreche pone ideali sempre più alti. Dona loro dignità e fierezza, perché possano camminare a testa alta, per lottare e vincere la forza del male. Abbraccia la nostra gente ferita, asciuga le lacrime, sorreggi chi è oppresso e stanco, raccogli il nostro popolo come hai radunato le pecore disperse d’Israele. Accompagna il lavoro degli artigiani e degli operai, tu che sei stato “carpentiere” nella bottega di Nazaret.

Rendici solidali tra noi, perché possiamo spartire il lavoro come i nostri padri ci hanno insegnato a “favorire” il pane quotidiano. Benedici l’opera dei tuoi sacerdoti, fa’ che “stiano con te” in intimità e fedeltà, inviati  per un gratuito annuncio di liberazione e di vitacontro la cultura di morte che distrugge le nostre contrade. Nel giardino del Getsemani, fa’ che ti possiamo stare accanto: non nel sonno della stanchezza, ma nella forza della veglia solidale con chiunque è colpito, amareggiato, isolato… come te in quella notte. E se il tradimento schiaccia le nostre coscienze, donaci lacrime di purificazione come per gli occhi di Simone, per lavare i nostri peccati contro l’unità, la libertà, la giustizia, la speranza. Sotto la croce, la tua e le nostre croci,donaci la mano consolatrice di Maria, tua e nostra Madre, capaci anche noi di portare perdono e pace nella cultura dei nostri paesi. E all’alba, nell’incanto del risveglio,fa’ che possiamo riudire le voci degli angeli che annunciano:“È risorto, non è qui… è tolta la pietra della paura”. Tutto allora potrà tornare alla sua originale freschezza,così come il Padre ha pensato per noi il mondo,nella sua nativa bellezza, amata e rispettata,ricostruita e rinnovata da un Giubileo di vita. Lo chiediamo a te, o Padre, nel tuo Spirito Consolatore,per mezzo del Signore Gesù, che è il Primo e l’Ultimo,l’Alfa e l’Omega, il Vivente in eterno.

(Mons. GianCarlo Maria Bregantini)

* GLI AUGURI DEI MISSIONARI e MISSIONARIE IBLEI NEL MONDO sono pubblicati nella sidebar a destra, um clique nella prima icona…

Annunci

I commenti sono chiusi.