Missionari Iblei

Centro Missionario Diocesano – Ragusa

CORTILE DEI GENTILI E CULTURA DELLA LEGALITÀ

Città del Vaticano, 20 marzo 2012 (VIS). Questa mattina presso la Sala Stampa della Santa Sede ha avuto luogo la conferenza stampa di presentazione del “Cortile dei Gentili” a Palermo, iniziativa promossa dal Pontificio Consiglio della Cultura per rilanciare il dialogo fra credenti e non credenti che si interrogano sui grandi temi del mondo contemporaneo. L’incontro avrò luogo il 29 e 30 marzo, sul tema: “Cultura della legalità e società multireligiosa”.
Alla Conferenza Stampa sono intervenuti: il Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura; Il Vescovo Antonino Raspanti, di Acireale, Coordinatore dell’incontro di Palermo; il Vescovo Carmelo Cuttitta, Ausiliare e Vicario Generale dell’arcidiocesi di Palermo; il Dottor Giusto Sciacchitano, Sostituto Procuratore Nazionale Antimafia; Padre Laurent Mazas, Direttore esecutivo del Cortile dei Gentili.
Dopo Bologna, Parigi, Bucarest, Firenze, Roma e Tirana, l’iniziativa “Il Cortile dei Gentili” farà tappa in Sicilia, dove credenti e ‘non-credenti'” – spiega una Nota della Sala Stampa della Santa Sede – saranno protagonisti di una sfida cruciale: rispondere con la cultura del dialogo e del diritto, radicata nella grande tradizione multireligiosa e multiculturale siciliana, all’incultura della criminalità organizzata, e aprire ponti di dialogo con le correnti del Risveglio che scuotono le società arabe del periplo sud-orientale del Mediterraneo. Palermo è la location perfetta per la sua doppia natura di snodo storico di culture e religioni, e di “culla” originaria della mafia e al tempo stesso di città simbolo dell’antimafia ( qui nel 2000 venne firmata la Convenzione delle Nazioni Unite contro la criminalità organizzata transnazionale)”.
“Ad aprire i lavori, (…) nel Duomo di Monreale (…), sarà la conferenza del cardinale Gianfranco Ravasi, (…), su “Società, cultura, fede”. “La presenza del Cortile in Sicilia – ha detto il cardinale Ravasi alla Radio Vaticana – dimostra la volontà di rilanciare ufficialmente l’impegno della chiesa contro l’illegalità e ogni degenerazione del diritto”.
“Il giorno 30 marzo il Cortile si trasferisce a Palazzo Steri, sede del Rettorato dell’Università degli Studi di Palermo, dove (…) si terranno due sessioni di dialoghi. Filosofi, religiosi, giuristi, storici e intellettuali, si confronteranno in quattro panel dedicati a ‘Diritto divino e giustizia umana’, Religioni e diritti umani’, ‘Pluralismo e universalismo’ e ‘Religioni e spazio pubblico’”. Tra i relatori, il cardinale Jean-Louis Tauran, il filosofo Rémi Brague, Giuliano Amato, Gian Enrico Rusconi, il medioevalista Henri Bresc e lo storico della mafia Salvatore Lupo”.
“La serata del 30 marzo sul Sagrato della Cattedrale di Palermo, il cardinale Ravasi, il Procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso, i ragazzi di “Addiopizzo” e l’Arcivescovo di Palermo cardinale Paolo Romeo, saranno i protagonisti di un Incontro aperto a tutti i palermitani e ai giovani dell’Isola, (…), per ribadire la dimensione popolare e quotidiana dell’impegno per il dialogo e la legalità”.
Il 29 marzo, nella sede palermitana della LUMSA si terrà un Cortile della Narrazione per gli studenti universitari e il 30 marzo un Cortile dei bambini sul sagrato della Cattedrale, dove decine di bambini disegneranno su un foglio lungo 30 metri come vedono la loro isola.

Annunci

I commenti sono chiusi.