Missionari Iblei

Centro Missionario Diocesano – Ragusa

Appuntamenti diocesani fissati per celebrare la giornata in ricordo dei missionari martiri

Ufficio missionario di Ragusa
 
  Carissimi
vi inoltro la comunicazione di p. Giuseppe Burrafato (direttore Uff.Missionario di Ragusa)
con gli appuntamenti diocesani fissati per celebrare la giornata in ricordo dei missionari martiri.
 
Come potrete apprendere è già questo un appuntamento a carattere missionario di grande importanza nella Chiesa
previsto nel mese di marzo. Pertanto questo mese vivremo con la via crucis cittadina il nostro momento di preghiera e testimonianza missionaria a Vittoria.
 Il prossimo incontro (vi sarà ancora ricordato in aprile, con altri dettagli)
si terrà il 26 aprile alle ore 20,00
presso la parrocchia di San Giovanni Bosco,
con la partecipazione del gruppo missionario locale.
 
Fate girare la presente anche ad altri amici e interessati al cammino missionario.
E se avete altri indirizzi da segnalarmi, vi prego di inviarmeli
per accrescere il nostro indirizzario.
 
Pace.
     Umberto Virgadaula

@@@ UFFICIO DIOCESANO di PASTORALE MISSIONARIA @@@

Carissimi,

il 24 marzo – giorno dell’assassino di monsignor Oscar Arnulfo Romero, in Salvador, nel 1980 – la Chiesa Italiana celebra la giornata di preghiera e digiuno facendo memoria dei missionari martiri e di quanti ogni anno sono stati uccisi solo perché incatenati a Cristo. La ferialità della loro fede fa di questi testimoni delle persone a noi vicine, modelli accessibili, facilmente imitabili.

La XX GIORNATA DI PREGHIERA E DIGIUNO PER I MISSIONARI MARTIRI che si celebra sabato 24 marzo ha come slogan: “Amando fino alla fine”.

Nell’anno 2011 sono stati uccisi 26 operatori pastorali: 18 sacerdoti, 4 religiosi e 4 laici, questi nostri fratelli hanno dato la loro vita in fedeltà all’annuncio del Vangelo e al servizio dei più poveri.

La loro è stata una scelta, una decisione di vivere fino in fondo una vita evangelica, sullo stile di Gesù. Attraverso il ricordo e il sacrificio dei missionari uccisi per il vangelo, si rende presente oggi la passione, morte e risurrezione di Gesù Cristo, fonte e sorgente della speranza per il mondo.

Il sussidio di questa giornata, arriverà direttamente in ogni parrocchia a cura dalle Pontificie Opere Missionarie. Sul sito www.giovani.missioitalia.it è possibile scaricare tutto il materiale on-line. Si svolgeranno:

VENERDI’ 23 MARZO ALLE ORE 19.00

CATTEDRALE SAN GIOVANNI BATTISTA IN RAGUSA

VIA CRUCIS PER I MISSIONARI MARTIRI.

 VENERDI’ 23 MARZO ALLE ORE 20.00

a partire dalla Chiesa di san Giovanni Battista

in Vittoria fino alla Chiesa S. Maria Maddalena

VIA CRUCIS CITTADINA PER I MISSIONARI MARTIRI.

  Augurandovi un buon cammino quaresimale vi saluto fraternamente in Cristo.

 Ragusa, 2 marzo 2012                      

don Giuseppe Burrafato

   @ @ @

INDICAZIONI PER LE CELEBRAZIONI DELLA GIORNATA IN MEMORIA DEI MISSIONARI MARTIRI

«Un vescovo potrà morire, ma la Chiesa di Dio, che è il popolo, non morirà mai.» (Mons. Óscar Arnulfo Romero)

La giornata è dedicata a tutte le Chiese locali, agli Istituti e Congregazioni religiose, alle comunità e a tutti quelli che desiderano pregare per sostenere i missionari, le missionarie e le comunità cristiane che vivono oggi discriminazioni e persecuzioni.

INVITIAMO:

le COMUNITA’ diocesane, parrocchiali, gli istituti e congregazioni religiose, le comunità di vita consacrata, i seminari, i noviziati, gli animatori

• a utilizzare la veglia, la via crucis, l’adorazione eucaristica, la celebrazione ecumenica, per vivere momenti di preghiera non solo il 24 marzo ma anche nei giorni precedenti o successivi;

• a creare in Chiesa l’angolo del martirio utilizzando una croce, un drappo rosso (che potrebbe essere esposto anche davanti alla porta principale), i ceri con i colori dei continenti in cui sono morti quest’anno i missionari/e, a scrivere in modo visibile su un cartellone i nomi delle missionarie e dei missionari uccisi;

• a compiere un gesto di riconciliazione con coloro di altre confessioni che si trovano nelle nostre città;

• a informarsi se qualche missionario/a è stato ucciso nella propria diocesi anche negli anni passati e pregare anche per lui/lei;

• a offrire l’offerta del digiuno per sostenere il progetto di solidarietà proposto dalla Fondazione Missio;

Le FAMIGLIE

• a compiere un gesto di riconciliazione: tra marito e moglie, tra genitori e figli, tra fratelli e sorelle, tra vicini di casa, tra membri della stessa famiglia, etc.;

• ad invitare a pranzo un fratello o una sorella di un Paese straniero;

• a pregare quando possibile con la propria famiglia per i missionari martiri uccisi nell’anno;

Gli AMMALATI e i SOFFERENTI

• a unire e offrire la loro sofferenza in memoria dei missionari e delle missionarie uccisi per l’annuncio del Vangelo, per sostenere il lavoro apostolico di quanti operano in ogni angolo della terra e per chiedere al Signore il dono di sante e numerose vocazioni missionarie;

• a sottoscrivere l’atto di offerta della sofferenza;

I GIOVANI

• a visitare, singolarmente o in gruppo, l’ospedale, una casa di riposo, il carcere, gli ammalati o anziani soli in casa, un campo rom, etc.;

• a donare il proprio sangue;

• a offrire l’offerta del digiuno per sostenere il progetto di solidarietà proposto dalla Fondazione Missio;

• a vivere nella propria parrocchia o diocesi la giornata di preghiera per i missionari martiri.

@ CHI VUOLE CONDIVIDERE LE INIZIATIVE REALIZZATE IN DIOCESI, IN OCCASIONE DELLA GIORNATA INVII  TESTI E FOTO ALL” UFFICIO MISSIONARIO DIOCESANO O  pegiobruno@gmail.com

NET: https://missionariblei.wordpress.com

Twitter  @MissioIblei

Facebook    Missionari Iblei

Portale Diocesano http://www.diocesidiragusa.it/pastoralemissionaria 

Annunci

I commenti sono chiusi.