Missionari Iblei

Centro Missionario Diocesano – Ragusa

Veglia Missionaria: Testimoni di Dio -1 –

 Introduzione

 Guida: Fratelli e sorelle, riuniti nel nome del Signore Risorto, per ravvivare la nostra fede e rafforzare la nostra speranza, siamo in comunione con gli uomini e le donne di ogni cultura,  
 popolo e nazione;  figli di un unico Padre che riunisce tutta l’umanità in “una sola famiglia”,   come ci ricorda Guido Maria Conforti, fondatore dei missionari saveriani, che verrà canonizzato insieme a don Luigi Guanella e a suor Bonifacia Rodríguez de Castro’, il 23 ottobre da papa Benedetto XVI. Attraverso la loro testimonianza, vogliamo rinnovare il nostro impegno di essere anche noi testimoni di Dio, collaboratori nella costruzione del suo Regno, annunciatore del suo Vangelo di liberazione e cantori delle sue meraviglie realizzate nella storia.

Accogliamo il cero pasquale e l’acqua benedetta, insieme a delle candele che rappresentano  i continenti, a ricordarci che la nostra testimonianza scaturisce dalla pasqua di Cristo che ci
impegna nella missione universale della Chiesa.

 (All’inizio si potrebbe entrare con il cero pasquale, l’acqua benedetta e cinque candele spente, rappresentando i continenti, che verranno accese al momento opportuno)

CANTO INIZIALE

 Pres: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

 Ass:  Amen.

 Pres: A voi, fratelli e sorelle, pace e gioia da parte di Dio Padre, e del Signore nostro, Gesù Cristo, nella comunione dello Spirito Santo.

 Ass:  Benedetto sia Dio che ci ha radunati nell’amore di Cristo.

 Pres: O Padre, che ci hai dato la grazia di conoscere il lieto annunzio della risurrezione del tuo Figlio, fa’ che rinasciamo a vita nuova per la forza del tuo Spirito di amore e diventiamo testimoni di speranza per tutta la famiglia umana.  Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.

 Ass: Amen.

MEMORIA DELLA VITA

 Guida: Il Signore Risorto è in mezzo a noi! Ora celebriamo la sua presenza nella storia ed il suo amore che ci porta a scoprire le gemme fiorite di perdono e di grazia, a scorgere il raggio della sua luce che rischiara l’oscurità della nostra indifferenza e a ricordare la testimonianza di tanti uomini e donne che lasciano trasparire nella semplicità della vita quotidiana, come ci ricorda suor Bonifacia Rodriguez, la gioia e la speranza del Vangelo.

(segue)

Annunci

I commenti sono chiusi.