Missionari Iblei

Centro Missionario Diocesano – Ragusa

La Chiesadel grembiule

Si cinse l’asciugatoio: la Chiesa del grembiule (Mons. Tonino Bello dal blog http://alzogliocchiversoilcielo.blogspot.com/2010/04/la-quaresima-dalla-testa-ai-piedi-da.html)
Mentre mi accingo al rito della lavanda dei piedi Lava-pes, in portoghese, penso a quella riflessione di Mons. Tonino Bello che trascrivo da un blog nella parte centrale)

           *** Parlo spesso della Chiesa del grembiule. Il grembiule è l’asciugatoio, l’unico dei paramenti sacri che viene ricordato nel Vangelo. Gesù non mise né la pianeta, né la casula, né il camice…si cinse l’asciugatoio. Ma quando si parla di questo non ci si scalda tanto, fa più immagine la Chiesa del lezionario, la Chiesa del rito. Immaginate un dibattito in televisione e un vescovo che vi partecipa con il grembiule!…

            …solo se avremo servito potremo parlare e saremo creduti. L’unica porta che ci introduce oggi nella casa della credibilità è la porta del servizio.

            Leggiamo ancora il Vangelo di Giovanni: "Dopo che ebbe finito di lavare i piedi ai suoi discepoli riprese le vesti, sedette di nuovo e parlò". Dovremmo agire proprio come Gesù. Egli parlò soltanto dopo aver servito. Altrimenti la gente non crederà alle nostre parole. Se esse, infatti, non sono sorrette da una esemplarità forte, non producono nulla. 
 
            Ecco perché vorrei accendere il vostro cuore ed il vostro impegno per il volontariato, per il servizio, nelle vostre comunità parrocchiali, a favore dei poveri. Oggi, in modo particolare, bisogna prestare servizio o favore dei terzomondiali. Sono anch’essi nostri fratelli, hanno diritti che devono essere osservati, mantenuti, difesi. Se il vostro servizio si spenderà per loro, credo che sarete entrati nella logica dell’Eucaristia. 
 
Annunci

I commenti sono chiusi.